Il tridente offensivo fa volare la Lazio: 4-1 contro il Cagliari

Un 4-1 che non lascia spazio a interpretazioni e premia l'atteggiamento dei giocatori della Lazio


Simone Inzaghi ha chiesto la stessa intensità delle ultime gare, ma stavolta non basta un pareggio e, infatti, i suoi uomini non falliscono l’appuntamento con la vittoria davanti al proprio pubblico. Il 4-3-3 schierato contro il Cagliari convince e ancor di più convincono i terminali offensivi della squadra, Keita Immobile e Felipe Anderson, tutti a segno, con la punta di Torre Annunziata sempre più protagonista e beniamino dei tifosi grazie ai gol siglati finora. Il risultato è netto: un 4-1 che non lascia spazio a interpretazioni e premia l’atteggiamento dei biancocelesti.

Fin dai primi minuti la i padroni di casa sembrano avere il giusto atteggiamento e dopo appena 6′ riescono a sbloccare con Keita. A far partire l’azione è Lulic che scodella in area un cross per il compagno di squadra e lui, dopo aver controllato il pallone, tira un diagonale e batte Storari, riuscendo così a sbloccare il risultato. Tachtsidis prova a far reagire i suoi – che non sembrano intimoriti dall’approccio di gara degli avversari -, ma la Lazio può tirare un sospiro di sollievo perché il suo tentativo e quello del 20′, quando Marchetti non esce al meglio su un pallone in area, non sorridono ai sardi, che dopo un paio di minuti si vedono fischiare contro un calcio di rigore (uno già reclamato all’11’ per un fallo di Murru su Parolo) a causa dell’intervento scomposto di Cepputelli su Immobile. Proprio il numero 17 tira dal dischetto e realizza il suo primo gol della serata. Il Cagliari non si spaventa e cerca di riaprire la gara, ma al 28′ è di nuovo Immobile a infrangere ogni speranza della squadra allenata da Rastelli, colpevole di commettere errori che favoriscono la Lazio, proprio come in occasione del 3-0 quando un errore tra Barella e Ceppitelli non fa altro che lanciare a rete la punta biancoceleste, che sigla la sua doppietta. Immobile non si ferma più trascina i suoi e fa sì che il risultato si chiuda sul 3-0 nel primo tempo.

Nel secondo tempo i padroni di casa rientrano in campo per gestire la partita, ma non senza provare qualche giocata con i suoi giocatori offensivi, tuttavia al 15′ il Cagliari ha l’occasione per segnare grazie al rigore fischiatogli a favore a causa del fallo commesso da Keita ai danni di Melchiorre: dal dischetto va Borriello, ex giallorosso, che sbaglia e fa finire il pallone al lato. Marchetti pochi minuti dopo deve intervenire sul colpo di testa di Dessena. Poche le emozioni fino a quando Felipe Anderson non decide di voler mettere la sua prima firma stagionale e regala ai tifosi la gioia del poker dopo una serpentina in area di rigore. La gara è chiusa e il Cagliari riesce ad accorcia le distanze grazie all’autorete di Wallace su calcio d’angolo per i sardi. Il risultato, però, cambia poco: la Lazio vince meritatamente e domani per 90′.

Formazioni ufficiali e tabellino

Serie A Tim, 10^ Giornata

Domenica 26 ottobre 2016 ore 20:45

Stadio Olimpico di Roma

Lazio-Cagliari 4-1

 LAZIO (4-3-3): Marchetti; Patric, Wallace, Hoedt, Radu; Parolo (66′ Murgia), Cataldi, Lulic (82′ Leitner); Felipe Anderson, Immobile (72′ Lombardi), Keita. A disp. Strakosha, Vargic, Basta, Prce, Vinicius, Milinkovic, Kishna, Luis Alberto, Djordjevic, . All. Simone Inzaghi

CAGLIARI (4-3-1-2): Storari; Bittante, Ceppitelli, Bruno Alves, Murru (68′ Capuano); Isla (55′ Dessena), Tachtsidis, Padoin; Barella; Melchiorri, Borriello (75′ Giannetti). A disp. Rafael, Colombo, Pisacane, Munari, Salamon, Di Gennaro, Sau. All. Massimo Rastelli

Arbitro: Celi (sez. Bari). Ass.: Tonolini-De Meo IV: Di Vuoto Add.: Rizzoli-Sacchi.

NOTE. Ammonizioni: 22′ Ceppitelli (C), 42′ Keita (L), 42′ Tachtsidis (C), 80′ Dessena (C)

Marcatori: 7′ Keita (L), 23′ rig., 28′ Immobile (L), 79′ Felipe Anderson (L), 87′ Capuano (C)

Recupero: 4′ st.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here