Inzaghi: “Qualificazione meritata. Derby? C’è questa possibilità”

Inzaghi: "Ottima gara, abbiamo meritato la qualificazione. Dispiace non aver fatto subito quei tre-quattro gol che avremmo dovuto fare"


La Lazio torna a vincere dopo due sconfitte consecutive e lo fa al Meazza contro l’Inter. Una vittoria che porta la squadra direttamente in semifinale di Coppa Italia contro una tra Roma e Cesena, che si affronteranno ai quarti di finale. Al termine della gara è stato Inzaghi a parlare della prestazione dei suoi giocatori:

“Ottima gara, abbiamo meritato la qualificazione. Dispiace non aver fatto subito quei tre-quattro gol che avremmo dovuto fare. Siamo contenti, ci tenevamo molto e adesso abbiamo la semifinale”.

TATTICA – “Avremmo dovuto chiudere prima la partita, ma i tre davanti hanno fatto benissimo, hanno tenuto la squadra corta, sono rientrati. Mi spiace aver sofferto l’ultimo quarto d’ora”.

BIGLIA – “Lucas è il imo capitano, è un esempio. La discussione di sabato non avrebbe dovuto esserci, ma lui domenica è stato il primo a presentarsi per preparare questa impresa. E impresa è il termine giusto visti i risultati dell’Inter”.

LA PARTITA – “Mi dispiace per l’ultimo quarto d’ora perché avremmo dovuto chiuderla prima. Non volevo un altro scherzetto come quello di sabato e penso che la qualificazione sia meritata”.

POSSIBILE DERBY – “C’è questa possibilità. Adesso dobbiamo pensare al campionato, poi vedremo chi sarà tra Roma e Cesena. Saranno due partite sentite in città”.

DIFESA – “Hoedt e De Vrij hanno fatto un’ottima gara. Felipe ha chiesto il cambio e Lulic è un valore aggiunto, ho preferito cambiarlo dopo che ha preso una botta nel primo tempo”.

CONVINZIONE – “Dopo la partita con il Chievo ho fatto i complimenti alla squadra. Il calcio è spietato, al primo tiro al 91′ abbiamo subito, ma ero fiducioso perché la squadra era viva. Dovevamo fare un’impresa perché l’Inter è in forma, ma è una vittoria strameritata. L’ultimo quarto d’ora è l’unico neo. Dovevamo essere più cattivi sotto porta, ma ora dobbiamo pensare al campionato e riprendere i punti che abbiamo perso”.

MURGIA – “Lui è uno di quei ragazzi che ho visto crescere e non l’ho mai messo in dubbio. Ha sbagliato un solo pallone quando ha avuto i crampi e giocava contro Kondogbia. Tutto quello che sta ottenendo l’ha meritato. Ha la testa giusta per diventare grande”.

 

I Testi di tutte le canzoni del Festival di Sanremo 2020
TUTTE LE CANZONI DI SANREMO 2020

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here