Coppa Italia, la Roma batte il Cesena: sarà derby in semifinale

La Roma soffre contro un bel Cesena ma un rigore a pochi secondi dalla fine lancia la squadra in semifinale contro la Lazio

I Testi di tutte le canzoni del Festival di Sanremo 2020
TUTTE LE CANZONI DI SANREMO 2020

Serie A e Serie B si scontrano in questo quarto di finale che decide la sfidante della Lazio al prossimo turno di Coppa Italia. Da una parte la Roma pronta al riscatto dopo la sconfitta subita a Genova contro la Sampdoria, dall’altra un Cesena impegnato a salvarsi, ma che non vuole smettere di sognare. Per il riscatto mister Spalletti rilancia dal primo minuto Alisson, Mario Rui e Totti, ma questo non basta e, infatti, il primo tempo è targato Cesena: gli uomini di Camplone fanno la partita, ma i giallorossi si salvano e non subiscono il gol fino all’intervallo.

I padroni di casa iniziano meglio, si propongono in attacco, ma ben presto i cori di sostegno dell’Olimpico vengono sostituiti con dei timidi fischi perché la Roma cede il controllo della partita a un Cesena determinato a fare bella figura. Nel primo quarto d’ora i giallorossi si fanno vedere in avanti prima con El Shaarawyche, lanciato da Rudiger, impegna Agliardi: in seguito è Manolas a cercare il gol dal limite ma non inquadra lo specchio. Gli ospiti, però, non stanno a guardare e Rodriguez al 10′ costringe Manolas a mettere in angolo una sua conclusione. Gli ospiti si fanno apprezzare con il passare dei minuti, tengono bene il campo, non  subiscono e hanno più volte l’occasione per sbloccare la partita: la prima opportunità arriva al 22′ con Rigione che costringe Alisson alla grande parata; poco dopo è Koné a colpire il palo e a sciupare tutto visto che si trovava in area di rigore e tutto solo. La Roma cerca la risposta con Dzeko, subentrato a Perotti infortunato, ma poco dopo è di nuovo Alisson ad essere chiamato in causa con una parata che nega a Rodriguez la gioia del gol. La Roma non mostra reazione, gioca senza convinzione, con superficialità e concede troppi spazi a un Cesena tutt’altro che rinunciatario e che anche nei minuti finali si rende pericoloso grazie all’errore di Manolas che permette a Rodriguez di arrivare al tiro in porta, ma senza trovare fortuna dato che ancora una volta l’intervento di Alisson è decisivo. Il primo tempo si chiude a reti bianche, ma il Cesena domina. Questo, però, non basta e la squadra spreca troppe occasioni.

La Roma rientra in campo con un piglio diverso, Spalletti cambia il modulo, butta nella mischia Nainggolan, sempre più uomo decisivo nello scacchiere dell’allenatore toscano, e proprio lui al 54′ sporca i guantoni di Agliardi con un tiro esploso dai 20 metri. Con il passare dei minuti la Roma alza il baricentro e i ritmi e il protagonista diventa Dzeko, che per due volte viene innescato dai compagni di squadra e sbaglia a tu per tu con il portiere. Ma al terzo tentativo il bosniaco non fallisce e capitalizza al meglio la bella azione avviata da Nainggolan e continuata da El Shaarawy, bravo a servire la punta di esterno al volo al centro dell’area di rigore. Calano i ritmi, la Roma non cerca l’1-2 ammazza partita e al 73′ un pasticcio che vede protagonisti Alisson e Manolas (male il difensore che va a scontrarsi con il suo compagno di squadra e gli fa perdere il pallone) favorisce Garritano che infila il pallone in rete e pareggia. A questo punti Totti & co. non agiscono con frenesia, vogliono ragionare e trovare il varco vincente e la prima opportunità se la creano sul calcio di punizione battuto dallo stesso capitano ribattuto dal portiere avversario. Una volta trovato il pari il Cesena riesce a coprire bene gli spazi e a impedire ai giallorossi di essere pericolosi in attacco e, infatti, non ci sono grandi occasioni fino ai minuti di recupero. Ma proprio allo scadere la Roma guadagna un calcio di rigore che fa discutere e Totti regala la semifinale che significa derby.

I Testi di tutte le canzoni del Festival di Sanremo 2020
TUTTE LE CANZONI DI SANREMO 2020

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here