Art from China – Universe Woman presso lo spazio espositivo Arte Borgo Gallery


In programma fino al 23 marzo 2017, presso lo spazio espositivo di Arte Borgo Gallery, la mostra d’arte contemporanea dal titolo “Art from China – Universe Woman”. L’esposizione su progetto del maestro Ma Lin è curata da Nicolina Bianchi, Editore, Direttore e responsabile della rivista “Segni d’Arte”, critico d’arte che presenta la mostra. “Cinque artiste: Li Zi, Bai Ling, Gao Fang, Wan Yuhan e Liao Pei, che propongono, in questa importante mostra nella capitale, la storia del loro attuale linguaggio espressivo. E’ per loro un modo di di comunicare e confrontarsi con il mondo della contemporaneità culturale ed artistica internazionale, soprattutto occidentale, mentre è per noi l’occasione per leggere nelle loro opere la fisionomia artistica di un Oriente giovane che tende costantemente ad allinearsi all’esperienza globale di continui cambiamenti. Lo apprezziamo nelle loro moderne, a volte sofisticate, “figurazioni concettuali”, nelle loro eleganti elaborazioni di segno e colore, nelle singolari installazioni: Li Zi, impagina la narrazione di una umanità, che appare a volte sofferente, quasi prigioniera in un desiderio di libertà, in una realtà di luci soffuse, di raffinate archeologie in un gioco di ombre, di perfette geometrie sognate come vie di fuga; Gao Fang, nei cui lavori è l’Universo femminile ad essere rappresentato, donne che vivono come in un grande abbraccio esistenziale, donne che riposano, che pensano, che osservano, quasi indifferenti, “immerse” in una grande realtà trasparente; una raffinata realtà paesaggistica nelle tele di Bai Ling, che ci narra con una fluida descrizione cromatica di immense pianure definite da lontani orizzonti, una realtà quasi mistica immerse in questi grandi cieli di nubi, di azzurri e di perla; ancora figure, ancora l’iconografia dell’uomo nelle opere di Liao Pei, l’uomo interpretato, con raffinate trascolorazioni di inchiostri, nella sua fragilità, ma anche nel suo coraggio di riscatto, nella voglia comunque di essere uniti, nell’amore, come nel dolore, figure indefinite, le sue, gouaches come fantasmi di idee di forme, immagini di particolare suggestione; essenzialità formale in Wan Yuhan ed una significativa trasposizione di un mondo interiore, di stati d’animo che si fanno materia cromatica, una materia che diventa coinvolgimento emozionale e ritmi plastici che intendono recuperare in una sintesi di colore l’oggettività della sua libera ispirazione.”

Luogo: Arte Borgo Gallery, Borgo Vittorio 25.

Orari:  dal lunedì al venerdì  dalle ore 11 alle ore 19. Sabato dalle ore 10 alle ore 13.

Prezzi: L’ingresso alla mostra è gratuito.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here