Il teatro sarà il protagonista dell’apertura straordinaria dei Musei Capitolini


17/03/2017 – Anche questo sabato i Musei Capitolini rimarranno aperti nelle ore serali. Il pubblico potrà accedere alle sale dalle 20 alle 24, ultimo ingresso ore 23, visitarne mostre e collezioni permanenti e partecipare alle attività con il biglietto simbolico di un euro.

Il Teatro di Roma animerà l’evento con il ricco programma dal titolo “Questa sera si recita al museo: Qui la povera cosa, un uomo morto che si chiamava Cesare”. Nei due cicli di letture selezionati da Alessandra Rossi, si racconterà la figura di Cesare. L’imperatore è stato il fulcro intorno al quale si sono agitati i personaggi più rilevanti nelle fasi finali della Repubblica romana. L’immagine del tiranno dalla furia omicida, di colui che ha combattuto la guerra ai danni della Repubblica per instaurare il potere dell’uomo solo ha lasciato il campo negli anni alla figura del dittatore democratico. Il suo genio e la sua magnanimità verso i poveri si sono scolpiti nell’opinione pubblica contribuendo a renderlo un vero e proprio martire. Prova ne sono gli innumerevoli omaggi letterari a lui dedicati.

Continuano gli appuntamenti di animazione anche nei piccoli musei a ingresso gratuito durante gli orari di apertura ordinaria. Sabato, alle ore 11.30 al Museo Napoleonico, l’orchestra di Roma Tre, presenterà un programma di esecuzioni intitolato “La viola interiore” con Lorenzo Rundo e Lidia Dottore. Domenica alle ore 11.30 al Museo Pietro Canonica i pianisti Andrea Feroci e Francesco Micozzi eseguiranno “Il decadentismo in musica”, uno spettacolo incentrato sull’esecuzione della Sesta Sinfonia di Mahler nella versione a quattro mani di Alexander von Zemlinsky.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here