Caso Sarah Scazzi, la Cassazione: “Sabrina fredda pianificatrice, non merita attenuanti”

Caso Sarah Scazzi, la Cassazione: “Sabrina fredda pianificatrice, non merita attenuanti”


Le motivazioni della sentenza emessa dalla Cassazione nel processo per il delitto di Sarah Scazzi, la quindicenne di Avetrana uccisa il 26 agosto del 2010. Per i giudici, Sabrina Misseri e Cosima Serrano, dopo il delitto, avrebbero messo in atto una strategia finalizzata, attraverso comportamenti spregiudicati, a depistare le indagini.
Continua a leggere


Le motivazioni della sentenza emessa dalla Cassazione nel processo per il delitto di Sarah Scazzi, la quindicenne di Avetrana uccisa il 26 agosto del 2010. Per i giudici, Sabrina Misseri e Cosima Serrano, dopo il delitto, avrebbero messo in atto una strategia finalizzata, attraverso comportamenti spregiudicati, a depistare le indagini.
Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here