Treviso, il figlio confessa: “Ho ucciso mio padre, non volevo che soffrisse”


Treviso, il figlio confessa: “Ho ucciso mio padre, non volevo che soffrisse”


“L’ho fatto per alleviare le sofferenze di un padre malato”. Così Carlo Friserio, 44enne di Oderzo, che sabato sera si è costituito a Bologna, dove ha spiegato di aver ucciso lo scorso settembre suo padre, 77 anni, come gesto di pietà, facendogli ingerire pezzi di cibo con la forza.
Continua a leggere


“L’ho fatto per alleviare le sofferenze di un padre malato”. Così Carlo Friserio, 44enne di Oderzo, che sabato sera si è costituito a Bologna, dove ha spiegato di aver ucciso lo scorso settembre suo padre, 77 anni, come gesto di pietà, facendogli ingerire pezzi di cibo con la forza.
Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here