La strage razzista di Firenze 2011, quando il ragioniere fascista trucidò due senegalesi

La strage razzista di Firenze 2011, quando il ragioniere fascista trucidò due senegalesi


Si chiamavano Samb Modou e Diop Mor i due cittadini senegalesi vittime di una esecuzione razzista avvenuta a pochi giorni dal Natale, al mercato di San Lorenzo, nel cuore di Firenze, nel dicembre 2011. Contro di loro e altri cinque uomini innocenti, tutti di nazionalità africana, rimasti feriti, fece fuoco Gianluca Casseri, ragioniere di Pistoria, cultore del neonazismo. Si suicidò poche ore dopo.
Continua a leggere


Si chiamavano Samb Modou e Diop Mor i due cittadini senegalesi vittime di una esecuzione razzista avvenuta a pochi giorni dal Natale, al mercato di San Lorenzo, nel cuore di Firenze, nel dicembre 2011. Contro di loro e altri cinque uomini innocenti, tutti di nazionalità africana, rimasti feriti, fece fuoco Gianluca Casseri, ragioniere di Pistoria, cultore del neonazismo. Si suicidò poche ore dopo.
Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here