Quella pagina nera della Resistenza: quando i partigiani uccisero 17 compagni

Quella pagina nera della Resistenza: quando i partigiani uccisero 17 compagni


Il 7 febbraio 1945, cento garibaldini uccisero diciassette compagni nella roccaforte di Porzûs, sulle Alpi friulane perché ritenuti dei traditori. Tra le vittime c’erano Guido Pasolini, fratello di Pier Paolo e Francesco De Gregori, zio del cantautore. L’eccidio fu uno degli episodi più bui della Resistenza.
Continua a leggere


Il 7 febbraio 1945, cento garibaldini uccisero diciassette compagni nella roccaforte di Porzûs, sulle Alpi friulane perché ritenuti dei traditori. Tra le vittime c’erano Guido Pasolini, fratello di Pier Paolo e Francesco De Gregori, zio del cantautore. L’eccidio fu uno degli episodi più bui della Resistenza.
Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here