Rossi: “Devastato dopo il Sic, ho proseguito per amore”


Rossi: “Devastato dopo il Sic, ho proseguito per amore”


Valentino Rossi e il suo privato. E’ quanto emerge dal numero speciale di Riders che racconta il Dottore svelando anche il dramma vissuto dopo la morte di Marco Simoncelli. “Eravamo molto amici, stavamo insieme quasi tutti i giorni; spesso, dopo l’allenamento, andavamo a cena a casa di Carlo (Casabianca, il preparatore atletico), con il Sic che portava il sushi e che ne mangiava il doppio di noi. Essere rimasto anche coinvolto nell’incidente è stato devastante e difficile da superare, ma non ho mai pensato di smettere. Mi è dispiaciuto essere lì, se fossi stato due moto più avanti sarebbe stato un po’ più facile, ma con il tempo passa tutto e quando penso al Sic ho solo ricordi positivi. Sono andato avanti per amore. Sennò avrei già smesso: una situazione come quella dell’incidente di Marco non la superi. Ero già grande, avevo vinto dei Mondiali, potevo dire basta. Ho cercato di dividere le due cose: il dolore e quello che si deve fare per superare. Poi ho pensato alla carriera, che volevo continuare, volevo tornare in Yamaha e tornare a vincere”.

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here