Dopo Losail, le pagelle: Dovizioso da 10, anche Marquez ha i suoi punti deboli

Dopo Losail, le pagelle: Dovizioso da 10, anche Marquez ha i suoi punti deboli


ANDREA DOVIZIOSO – VOTO 10Nonostante la partenza disastrosa non si perde d’animo e collega in fretta il cervello al polso destro. La sua lettura della gara è perfetta, la logica conseguenza è assistere a una rimonta fuori media, culminata nel duello da brividi con Marc Marquez vinto all’ultima curva.MARC MARQUEZ – VOTO 9,5È ancora lui l’uomo da battere, ma a Losail ha perso per la terza volta nel confronto carena contro carena con Dovizioso. Un segnale per la concorrenza: anche il marziano ha i suoi punti deboli, occorre solo saperli sfruttare.VALENTINO ROSSI – VOTO 9Gli sono bastate poche curve per mettere in chiaro che i numeri del talento restano intatti, nonostante i 39 anni. Si è battuto per la vittoria fino a pochi chilometri dal traguardo, poi ha perso contatto con la coppia di testa. Ma il podio in Qatar sottolinea lo spessore del pilota.CAL CRUTCHLOW – VOTO 8A Losail abbiamo rivisto il mastino che pareva smarrito. Coraggioso e allo stesso tempo corretto nella lotta corpo a corpo, il quarto posto per lui e per la sua Honda rappresentava il miglior risultato possibile.DANILO PETRUCCI – VOTO 7,5Con la Ducati di scorta è il migliore in qualifica, in gara deve tuttavia ridimensionare le aspettative. Troppo solido il gruppo davanti, scontato quindi il cedimento quando l’asticella si è alzata.MAVERICK VINALES – VOTO 6,5L’anno scorso al Losail aveva vinto al debutto con la Yamaha. 12 mesi più tardi è costretto ad accontentarsi della piazza 6 dopo una bella rimonta.JOHANN ZARCO – VOTO 7Dopo la pole di sabato aveva ammesso di non avere il passo utile per arrivare là davanti. Il francesino ci ha provato lo stesso, prima del crollo nelle prestazioni che lo ha fatto precipitare in ottava posizione.ANDREA IANNONE – VOTO 5,5Le premesse parevano altre, la realtà ha offerto un colore azzurro praticamente evanescente.JORGE LORENZO – VOTO 5Confuso e infelice viaggia a centro gruppo fino alla caduta causata dall’avaria ai freni anteriori. Una grana per la Ducati che si ritrova in testa al mondiale con il pilota meno pagato.FRANCO MORBIDELLI – VOTO 7È stato bravo a gestire un debutto complicato con una Honda clienti, evitando di esagerare. Alla fine arrivano 4 meritatissimi punti con il compagno di squadra Thomas Luthi letteralmente asfaltato.

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here