Figlio di un carabiniere scrive alla maestra di Torino: “Le parole fanno male come il proiettile che ha ucciso mio padre”

Figlio di un carabiniere scrive alla maestra di Torino: “Le parole fanno male come il proiettile che ha ucciso mio padre”


La lettera di Michele, 12 anni, all’insegnante che ha augurato la morte ai poliziotti

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here