La Formula E evolve rapidamente: attesa per la generation two

La Formula E evolve rapidamente: attesa per la generation two


La Formula E è solo alla quarta stagione, ma l’evoluzione di questo campionato e delle sue monoposto corre veloce. Le vetture che vediamo sfrecciare sulle strade delle città più belle del mondo sono la massima evoluzione della “generation one”, nate come tante identiche sorelle, dotate di cambio Hewland a 5 rapporti, dello stesso motore e degli stessi organi. Guardo indietro di tre anni e mi sembrano dieci, tanto sono cambiate. Le vetture attuali sono più veloci, più efficienti, più precise. Quest’anno, ancora più che nella passata stagione, si è vista la differenza in termini di sofware, in particolare di quello che si occupa della gestione del “regen”: se il rigeneratore è più efficiente significa che riesce a recuperare meglio l’energia, scaldando meno le batterie. Batterie che lavorano bene in un range che va dai 22 ai 48 gradi, prima di smettere di rigenerare, e che già dai 35 fanno fatica: a Santiago del Cile non solo hanno superato la prova “caldo”, ma hanno addirittura permesso ai piloti di tenersi una carica extra per la battaglia finale.

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here