Milan, c’è Usmanov in pole per l’acquisizione del club

Milan, c’è Usmanov in pole per l’acquisizione del club


Non sappiamo se arriverà, come nel celebre film, dalla Russia con amore, ma certamente porterà con sè una borsa piena zeppa di soldi. Stiamo parlando di Alisher Usmanov, impreditore uzbeko e boss di Gazprom. Uno degli uomini più ricchi di Russia che, secondo Forbes, nel 2017 aveva un patrimonio di 15 miliardi di dollari. Sarebbe lui, stando agli ultimi rumors e a qualche indizio significativo, l’uomo cui Elliott vorrebbe cedere il Milan una volta entrato in possesso della società dalle mani di Yonghong Li. E in effetti sono parecchi gli indizi che portano in questa direzione. Intanto la Gazprom, già accostata in passato ai rossoneri per via degli ottimi rapporti tra l’allora presidente Silvio Berlusconi e Vladimir Putin. Quindi i rapporti di stima e amicizia tra Singer, numero uno di Elliott e grande tifoso dell’Arsenal, e, giust’appunto, Usmanov, azionista dei Gunners con la passione per il pallone. Dettagli cui va aggiunta la probabile necessità degli imprenditori russi di disinvestire in Inghilterra – causa “guerra fredda” in atto per via del caso Skripal – e la possibilità di strappare il Milan se non a prezzo di saldo, se non altro a un buon prezzo. Diciamo tra i 450 e i 500 milioni? Non un regalo, va da sé, ma una cifra sufficiente a Elliott per fare un affarone (rientrando del credito concesso a Li e guadagnando un centinaio di milioni) e comunque accattivante per un imprenditore straniero che voglia mettere piede nel nostro campionato.

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here