Finisce in commissariato per un piccolo furto, l’indomani muore dicendo: “Mi hanno picchiato i poliziotti”


Finisce in commissariato per un piccolo furto, l’indomani muore dicendo: “Mi hanno picchiato i poliziotti”


Stefano Brunetti viene portato in commissariato per un piccolo furto e una zuffa l’8 settembre 2008. L’indomani muore all’ospedale di Velletri: aveva la milza perforata e le costole rotte. Processati per omicidio e abuso di potere, i quattro agenti che lo hanno arrestato vengono assolti. Prima di morire, fu proprio Stefano ad accusarli sul letto d’ospedale: “Sono stati i poliziotti”
Continua a leggere


Stefano Brunetti viene portato in commissariato per un piccolo furto e una zuffa l’8 settembre 2008. L’indomani muore all’ospedale di Velletri: aveva la milza perforata e le costole rotte. Processati per omicidio e abuso di potere, i quattro agenti che lo hanno arrestato vengono assolti. Prima di morire, fu proprio Stefano ad accusarli sul letto d’ospedale: “Sono stati i poliziotti”
Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here