“Ho ucciso più di 100 persone e non me ne pento”, la confessione di Khaled, killer dell’Isis


“Ho ucciso più di 100 persone e non me ne pento”, la confessione di Khaled, killer dell’Isis


Da semplice organizzatori di pellegrinaggi a manifestante contro Assad fino a spietato assassino. Dopo essere stato arrestato e torturato nelle carceri del regime, l’unico obiettivo di Khaled è stata la vendetta. Una spirale di violenza che l’ha portato ad uccidere senza pietà più di 100 persone. La sua storia è stata raccontata in un documentario della Bbc.
Continua a leggere


Da semplice organizzatori di pellegrinaggi a manifestante contro Assad fino a spietato assassino. Dopo essere stato arrestato e torturato nelle carceri del regime, l’unico obiettivo di Khaled è stata la vendetta. Una spirale di violenza che l’ha portato ad uccidere senza pietà più di 100 persone. La sua storia è stata raccontata in un documentario della Bbc.
Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here