Morte di Ciccio e Tore, il papà accusato ingiustamente vuole far riaprire il caso: “Ora la verità”


Morte di Ciccio e Tore, il papà accusato ingiustamente vuole far riaprire il caso: “Ora la verità”


Accusato ingiustamente di aver sequestrato e ucciso i propri fili di 11 e 13 anni, Salvatore Pappalardo resta in carcere per un anno fino al ritrovamento dei bimbi, nel febbraio 2008. I corpi di Ciccio e Tore vengono scoperti per caso sul fondo di un pozzo in un casolare abbandonato a Gravina di Puglia Bari. Dopo 12 anni e l’archiviazione del caso, oggi Filippo chiede la verità.
Continua a leggere


Accusato ingiustamente di aver sequestrato e ucciso i propri fili di 11 e 13 anni, Salvatore Pappalardo resta in carcere per un anno fino al ritrovamento dei bimbi, nel febbraio 2008. I corpi di Ciccio e Tore vengono scoperti per caso sul fondo di un pozzo in un casolare abbandonato a Gravina di Puglia Bari. Dopo 12 anni e l’archiviazione del caso, oggi Filippo chiede la verità.
Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here