Omicidio Noemi Durini, Lucio Marzo rinviato a giudizio: udienza il prossimo 30 maggio


Omicidio Noemi Durini, Lucio Marzo rinviato a giudizio: udienza il prossimo 30 maggio


Lucio Marzo verrà giudicato per l’accusa di aver picchiato e sepolto viva nelle campagne di Lecce la fidanzata diciassettenne, Noemi Durini. Il ragazzo, all’epoca dei fatti minorenne, è l’unico imputato. Sia il padre Biagio, accusato di occultamento di cadavere che il meccanico Fausto Nicolì, accusato con una lettera da Lucio, infatti, sono risultati estranei al delitto.
Continua a leggere


Lucio Marzo verrà giudicato per l’accusa di aver picchiato e sepolto viva nelle campagne di Lecce la fidanzata diciassettenne, Noemi Durini. Il ragazzo, all’epoca dei fatti minorenne, è l’unico imputato. Sia il padre Biagio, accusato di occultamento di cadavere che il meccanico Fausto Nicolì, accusato con una lettera da Lucio, infatti, sono risultati estranei al delitto.
Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here