Omicidio Corazzin, la Procura notifica gli atti a parenti deceduti di Rossella. E li nega ai vivi


Omicidio Corazzin, la Procura notifica gli atti a parenti deceduti di Rossella. E li nega ai vivi


La Procura di Perugia ha notificato gli atti del procedimento contro Angelo Izzo, reo confesso dell’omicidio di Rossella Corazzin, a due parenti ormai decedute della vittima, una delle quali emigrata in Australia 57 anni fa. L’unica parente in vita, invece, la cugina di secondo grado, Mara si è vista rigettata l’istanza di acquisizione perché congiunta ‘non prossima’.
Continua a leggere


La Procura di Perugia ha notificato gli atti del procedimento contro Angelo Izzo, reo confesso dell’omicidio di Rossella Corazzin, a due parenti ormai decedute della vittima, una delle quali emigrata in Australia 57 anni fa. L’unica parente in vita, invece, la cugina di secondo grado, Mara si è vista rigettata l’istanza di acquisizione perché congiunta ‘non prossima’.
Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here