Sesso, tradimenti e voyerismo, il massacro dei marchesi Casati Stampa


Sesso, tradimenti e voyerismo, il massacro dei marchesi Casati Stampa


Il 30 agosto 1970, nell’appartamento al civico 9 di via Puccini, a Roma, il marchese Camillo Casati Stampa uccide con un fucile la moglie Anna Fallarino e il giovane amante di lei, Massimo Minorenti. Il massacro svelerà particolari scabrosi della vita della coppia d’oro del jet set romano. Proprio il marchese, infatti, era sempre stato l’artefice degli incontri della moglie con altri uomini, ai quali amava assistere. Stavolta, però, la marchesa aveva avuto la colpa di innamorarsi di uno di loro.
Continua a leggere


Il 30 agosto 1970, nell’appartamento al civico 9 di via Puccini, a Roma, il marchese Camillo Casati Stampa uccide con un fucile la moglie Anna Fallarino e il giovane amante di lei, Massimo Minorenti. Il massacro svelerà particolari scabrosi della vita della coppia d’oro del jet set romano. Proprio il marchese, infatti, era sempre stato l’artefice degli incontri della moglie con altri uomini, ai quali amava assistere. Stavolta, però, la marchesa aveva avuto la colpa di innamorarsi di uno di loro.
Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here