“Sono triste. Non posso andare avanti”. Indebitato e con un tumore, perde la casa e si uccide


“Sono triste. Non posso andare avanti”. Indebitato e con un tumore, perde la casa e si uccide


Nigel Hurst si è suicidato all’età di 56 anni. Soffriva di tumore ai reni, aveva divorziato dalla moglie e accumulato debito per quasi 80mila euro. Per questo motivo gli ufficiali giudiziari gli avevano pignorato la casa. E alla fine ha deciso di farla finta: “Se me ne vado sarà solo un enorme sollievo per tutti”, ha scritto alle due figlie, prima di compiere l’insano gesto.
Continua a leggere


Nigel Hurst si è suicidato all’età di 56 anni. Soffriva di tumore ai reni, aveva divorziato dalla moglie e accumulato debito per quasi 80mila euro. Per questo motivo gli ufficiali giudiziari gli avevano pignorato la casa. E alla fine ha deciso di farla finta: “Se me ne vado sarà solo un enorme sollievo per tutti”, ha scritto alle due figlie, prima di compiere l’insano gesto.
Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here