Marta, un anno dopo Barcellona. Solidarietà per dare un senso alla tragedia


Marta, un anno dopo Barcellona. Solidarietà per dare un senso alla tragedia


17 agosto 2017, attentato di Barcellona. Marta Scomazzon, vicentina, è una dei sopravvissuti. Un miracolo “a metà”, perché su quella Rambla la ventiduenne perde il fidanzato Luca Russo. Un anno dopo la ragazza cerca di dare un senso all’immane tragedia attraverso la solidarietà: “Vorrei che da questo dramma ne uscisse qualcosa di buono e migliore, per tutti”.
Continua a leggere


17 agosto 2017, attentato di Barcellona. Marta Scomazzon, vicentina, è una dei sopravvissuti. Un miracolo “a metà”, perché su quella Rambla la ventiduenne perde il fidanzato Luca Russo. Un anno dopo la ragazza cerca di dare un senso all’immane tragedia attraverso la solidarietà: “Vorrei che da questo dramma ne uscisse qualcosa di buono e migliore, per tutti”.
Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here