A “Pomeriggio Cinque” Maria, la ragazza tedesca che fuggì con il suo rapitore: “Non capivo d’essere manipolata: mi sento una vittima”


A “Pomeriggio Cinque” Maria, la ragazza tedesca che fuggì con il suo rapitore: “Non capivo d’essere manipolata: mi sento una vittima”


L’uomo l’aveva convinta a lasciare la sua famiglia e a nascondersi con lui a Licata fingendosi sua figlia.

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here