“Chiamami papà”, poi stupra una 13enne. È un poliziotto: “Lei diceva di amarmi”

“Chiamami papà”, poi stupra una 13enne. È un poliziotto: “Lei diceva di amarmi”


Ian Naude, 30enne di Market Drayton, in Gran Bretagna, con un passato nell’esercito britannico, è stato riconosciuto colpevole di violenza sessuale su minore. Lui nega, ma deve rispondere di molteplici altre accuse: per anni si sarebbe finto un adolescente, inducendo ragazzine a mandargli foto e video hot.
Continua a leggere


Ian Naude, 30enne di Market Drayton, in Gran Bretagna, con un passato nell’esercito britannico, è stato riconosciuto colpevole di violenza sessuale su minore. Lui nega, ma deve rispondere di molteplici altre accuse: per anni si sarebbe finto un adolescente, inducendo ragazzine a mandargli foto e video hot.
Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here