Mostro di Firenze, quella prova nascosta per 33 anni che potrebbe ribaltare l’inchiesta


Mostro di Firenze, quella prova nascosta per 33 anni che potrebbe ribaltare l’inchiesta


L’ogiva di un proiettile rimasta nascosta nei magazzini prove potrebbe ribaltare il teorema mostro di Firenze-Pietro Pacciani. Il frammento, rimasto conficcato per 33 anni nel cuscino della tenda di Nadine e Jean Michel, le vittime degli Scopeti, potrebbe confermare che a sparare non fu la famigerata Beretta calibro 22. Nel mirino della Procura un medico fiorentino e un ex legionario.
Continua a leggere


L’ogiva di un proiettile rimasta nascosta nei magazzini prove potrebbe ribaltare il teorema mostro di Firenze-Pietro Pacciani. Il frammento, rimasto conficcato per 33 anni nel cuscino della tenda di Nadine e Jean Michel, le vittime degli Scopeti, potrebbe confermare che a sparare non fu la famigerata Beretta calibro 22. Nel mirino della Procura un medico fiorentino e un ex legionario.
Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here