Promessa del nuoto uccisa a 16 anni con 30 coltellate dal fidanzato: “Voleva lasciarmi”


Promessa del nuoto uccisa a 16 anni con 30 coltellate dal fidanzato: “Voleva lasciarmi”


Safia Askarova, 16enne russa e giovane promessa del nuoto mondiale, è stata uccisa dal suo fidanzato con 30 coltellate sul petto, l’addome e il collo. È successo dopo che lei lo aveva lasciato per poter proseguire la carriera sportiva e realizzare il sogno di partecipare alle Olimpiadi: “Ho perso il controllo, volevo solo convincerla a restare con me”.
Continua a leggere


Safia Askarova, 16enne russa e giovane promessa del nuoto mondiale, è stata uccisa dal suo fidanzato con 30 coltellate sul petto, l’addome e il collo. È successo dopo che lei lo aveva lasciato per poter proseguire la carriera sportiva e realizzare il sogno di partecipare alle Olimpiadi: “Ho perso il controllo, volevo solo convincerla a restare con me”.
Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here