Ha i piedini feriti e sporchi: il bimbo profugo siriano in cammino per un futuro migliore

Ha i piedini feriti e sporchi: il bimbo profugo siriano in cammino per un futuro migliore


Il suo primo paio di scarpe dopo il lungo, estenuante viaggio di oltre 170 chilometri: un percorso infinito compiuto a piedi nudi, in pieno agosto, sull’asfalto bollente. Lui e i suoi genitori, disperati al punto da affidare a quel cammino ogni briciola di speranza per un futuro, passo dopo passo, più luminoso.
Continua a leggere


Il suo primo paio di scarpe dopo il lungo, estenuante viaggio di oltre 170 chilometri: un percorso infinito compiuto a piedi nudi, in pieno agosto, sull’asfalto bollente. Lui e i suoi genitori, disperati al punto da affidare a quel cammino ogni briciola di speranza per un futuro, passo dopo passo, più luminoso.
Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here