Mafia e stalking: “Io prigioniera del boss a 17 anni, così mi sono liberata dal suo giogo”

Mafia e stalking: “Io prigioniera del boss a 17 anni, così mi sono liberata dal suo giogo”


“Tu sei cosa nostra” le dice un giorno il boss e per quasi tre anni la costringe a obbedire a ogni suo ordine. È accaduto in Sicilia a Lucia, diciassettenne. È proprio lei oggi dal domicilio protetto in cui vive, a raccontare a Fanpage.it la sua storia: “Lotterò sempre contro le mafie, spero solo di non dover vivere reclusa come Roberto Saviano”.
Continua a leggere


“Tu sei cosa nostra” le dice un giorno il boss e per quasi tre anni la costringe a obbedire a ogni suo ordine. È accaduto in Sicilia a Lucia, diciassettenne. È proprio lei oggi dal domicilio protetto in cui vive, a raccontare a Fanpage.it la sua storia: “Lotterò sempre contro le mafie, spero solo di non dover vivere reclusa come Roberto Saviano”.
Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here