“Padre Paolo Dall’Oglio ancora vivo, l’isis vuole uno scambio”: la rivelazione dalla Siria

“Padre Paolo Dall’Oglio ancora vivo, l’isis vuole uno scambio”: la rivelazione dalla Siria


Secondo fonti curde citate dal Times, il nome del missionario gesuita rapito nel 2013 a Raqqua sarebbe apparso in una delle trattative in corso nel Paese proprio tra curdi ed esponenti dello Stato islamico. L’Isis lo vorrebbe usare in uno scambio i cui sarebbero coinvolti anche il giornalista britannico John Cantlie e una infermiera neozelandese.
Continua a leggere


Secondo fonti curde citate dal Times, il nome del missionario gesuita rapito nel 2013 a Raqqua sarebbe apparso in una delle trattative in corso nel Paese proprio tra curdi ed esponenti dello Stato islamico. L’Isis lo vorrebbe usare in uno scambio i cui sarebbero coinvolti anche il giornalista britannico John Cantlie e una infermiera neozelandese.
Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here