Il padre di Stefano Leo, ucciso a Torino: “Pensare sia morto per un sorriso è inaccettabile”


Il padre di Stefano Leo, ucciso a Torino: “Pensare sia morto per un sorriso è inaccettabile”


“Il pensiero che Stefano sia morto per uno sguardo, forse per un sorriso che aveva regalato al suo assassino, è inaccettabile”, le parole di Maurizio Leo, padre del giovane ucciso lo scorso 23 febbraio in riva al Po, a Torino, da Said Machaouat. Quest’ultimo ha confessato di averlo fatto perché non sopportava di vederlo felice.
Continua a leggere


“Il pensiero che Stefano sia morto per uno sguardo, forse per un sorriso che aveva regalato al suo assassino, è inaccettabile”, le parole di Maurizio Leo, padre del giovane ucciso lo scorso 23 febbraio in riva al Po, a Torino, da Said Machaouat. Quest’ultimo ha confessato di averlo fatto perché non sopportava di vederlo felice.
Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here