Una mostra d’arte nella città proibita fa ripartire le relazioni diplomatiche tra Cina e Vaticano

Una mostra d’arte nella città proibita fa ripartire le relazioni diplomatiche tra Cina e Vaticano


Il 28 maggio sarà annunciata una svolta storica nei rapporti diplomatici. I Musei Vaticani sono infatti pronti a trasferire in Cina 78 opere d’arte: è il primo passo verso un nuovo “dialogo” tra i due Paesi. L’arte diventa quindi un mezzo per arrivare all’incontro tra Papa Francesco e Xi Jinping. Una prospettiva che però non deve avere creato entusiasmo negli Stati Uniti.
Continua a leggere


Il 28 maggio sarà annunciata una svolta storica nei rapporti diplomatici. I Musei Vaticani sono infatti pronti a trasferire in Cina 78 opere d’arte: è il primo passo verso un nuovo “dialogo” tra i due Paesi. L’arte diventa quindi un mezzo per arrivare all’incontro tra Papa Francesco e Xi Jinping. Una prospettiva che però non deve avere creato entusiasmo negli Stati Uniti.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here