Lorys, Veronica Panarello e la sindroma di Medea: “Accusò suocero per colpire il marito”


Lorys, Veronica Panarello e la sindroma di Medea: “Accusò suocero per colpire il marito”


“Incolpare il suocero ha significato per lei punire Davide”. Lo ha detto l’avvocato Daniele Scrofani, rappresentante legale di Davide Stival, papà del piccolo Lorys, parlando di Veronica Panarello, ora in attesa della sentenza di Cassazione per l’omicidio del figlioletto Lorys. Al processo, tuttavia, fu escluso che Veronica fosse preda della sindrome di Medea, quella che spinge le madri a uccidere i figli per punire il coniuge.
Continua a leggere


“Incolpare il suocero ha significato per lei punire Davide”. Lo ha detto l’avvocato Daniele Scrofani, rappresentante legale di Davide Stival, papà del piccolo Lorys, parlando di Veronica Panarello, ora in attesa della sentenza di Cassazione per l’omicidio del figlioletto Lorys. Al processo, tuttavia, fu escluso che Veronica fosse preda della sindrome di Medea, quella che spinge le madri a uccidere i figli per punire il coniuge.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here