Andria, Giovanni ucciso con un cavatappi per una mancata precedenza: “Ha fatto tutto lui”


Andria, Giovanni ucciso con un cavatappi per una mancata precedenza: “Ha fatto tutto lui”


Giovanni Di Vito, il 28enne di Andria morto dopo una lite per una precedenza, sarebbe stato ucciso con un cavatappi. Lo ha dichiarato Celestino Troia, 50 anni e con precedenti penali, fermato per il delitto, al giudice per le Indagini preliminari, a cui ha aggiunto: “Ha fatto tutto lui, mi ha seguito e io per difendermi ho usato uno di quei apribottiglia a spirale appuntiti. È stato lui ad avventarsi ed evidentemente a urtare il costato contro il coltellino”.
Continua a leggere


Giovanni Di Vito, il 28enne di Andria morto dopo una lite per una precedenza, sarebbe stato ucciso con un cavatappi. Lo ha dichiarato Celestino Troia, 50 anni e con precedenti penali, fermato per il delitto, al giudice per le Indagini preliminari, a cui ha aggiunto: “Ha fatto tutto lui, mi ha seguito e io per difendermi ho usato uno di quei apribottiglia a spirale appuntiti. È stato lui ad avventarsi ed evidentemente a urtare il costato contro il coltellino”.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here