I documenti che svelano come Savoini sia pagato con soldi pubblici dalla Regione Lombardia


I documenti che svelano come Savoini sia pagato con soldi pubblici dalla Regione Lombardia


Un compenso da 2600 euro al mese dalla società Fnm – Trenord e uno stipendio mensile pagato con i soldi pubblici del Pirellone per monitorare sulla correttezza della par condicio. Ecco tutti i compensi occulti di cui gode Gianluca Savoini. E spunta anche un bonifico da 70 mila euro dalla multinazionale Ernst&Young.
Continua a leggere


Un compenso da 2600 euro al mese dalla società Fnm – Trenord e uno stipendio mensile pagato con i soldi pubblici del Pirellone per monitorare sulla correttezza della par condicio. Ecco tutti i compensi occulti di cui gode Gianluca Savoini. E spunta anche un bonifico da 70 mila euro dalla multinazionale Ernst&Young.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here