Imane Fadil morta per aplasia midollare: procura concede il nullaosta alla sepoltura


Imane Fadil morta per aplasia midollare: procura concede il nullaosta alla sepoltura


Imane Fadil, testimone chiave delle inchieste sul caso Ruby, è morta per un’aplasia midollare. Lo hanno spiegato in Procura a Milano gli inquirenti che, a sei mesi dal decesso, hanno dato il via libera per la sepoltura. L’inchiesta verso l’archiviazione: oltre all’ipotesi di morte per un avvelenamento doloso sono state escluse anche responsabilità mediche.
Continua a leggere


Imane Fadil, testimone chiave delle inchieste sul caso Ruby, è morta per un’aplasia midollare. Lo hanno spiegato in Procura a Milano gli inquirenti che, a sei mesi dal decesso, hanno dato il via libera per la sepoltura. L’inchiesta verso l’archiviazione: oltre all’ipotesi di morte per un avvelenamento doloso sono state escluse anche responsabilità mediche.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here