Omicidio Manuel Careddu, il papà a un anno dal delitto: “Era tutto quello che avevo”


Omicidio Manuel Careddu, il papà a un anno dal delitto: “Era tutto quello che avevo”


“Era tutto quello che avevo e nessuno me lo potrà restituire” così Corrado Careddu, il papà di Manuel, il 18enne ucciso dal branco l’11 settembre 2018 sulle sponde del lago Omodeo. “La mia paura più grande è che il suo ricordo possa sbiadire nelle coscienze di chi dovrà fare giustizia”, ha scritto. I cinque responsabili del delitto, di cui due minorenni, attendono il giudizio d’appello.
Continua a leggere


“Era tutto quello che avevo e nessuno me lo potrà restituire” così Corrado Careddu, il papà di Manuel, il 18enne ucciso dal branco l’11 settembre 2018 sulle sponde del lago Omodeo. “La mia paura più grande è che il suo ricordo possa sbiadire nelle coscienze di chi dovrà fare giustizia”, ha scritto. I cinque responsabili del delitto, di cui due minorenni, attendono il giudizio d’appello.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here