Piacenza, Elisa era entrata nel pollaio per raccogliere uova per sua sorella


Piacenza, Elisa era entrata nel pollaio per raccogliere uova per sua sorella


Elisa Pomarelli era andata nel pollaio di Massimo Sebastiani, dove è stata uccisa, per raccogliere delle uova da regalare alla sorella. Si è chiusa con un gesto gentile la vita ella 28enne di Borgotrebbia, strangolata presumibilmente poco dopo l’ingresso in quel pollaio. Le uova, che Elisa aveva promesso in chat a sua sorella, sono state ritrovate intatte sul tavolo del capannone nel sopralluogo degli inquirenti, accanto a una motosega.
Continua a leggere


Elisa Pomarelli era andata nel pollaio di Massimo Sebastiani, dove è stata uccisa, per raccogliere delle uova da regalare alla sorella. Si è chiusa con un gesto gentile la vita ella 28enne di Borgotrebbia, strangolata presumibilmente poco dopo l’ingresso in quel pollaio. Le uova, che Elisa aveva promesso in chat a sua sorella, sono state ritrovate intatte sul tavolo del capannone nel sopralluogo degli inquirenti, accanto a una motosega.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here