Uccisa dopo la chiamata al 112, i compagni ricordano Alexandra il primo giorno di scuola


Uccisa dopo la chiamata al 112, i compagni ricordano Alexandra il primo giorno di scuola


A oltre un mese dalla morte di Alexandra Macesanu, la 15enne stuprata e uccisa dopo 3 chiamate al 112, a Caracal, in Romania, i suoi compagni di classe l’hanno ricordata in occasione del primo giorno di scuola. La ragazza avrebbe dovuto sedere tra i banchi del liceo Mihai Viteazu con i suoi amici, ma è stata trovata cadavere 19 ore dopo aver dato l’allarme. Gli operatori del 112 l’avevano invitata a riagganciare per ‘tenere libera la linea’.
Continua a leggere


A oltre un mese dalla morte di Alexandra Macesanu, la 15enne stuprata e uccisa dopo 3 chiamate al 112, a Caracal, in Romania, i suoi compagni di classe l’hanno ricordata in occasione del primo giorno di scuola. La ragazza avrebbe dovuto sedere tra i banchi del liceo Mihai Viteazu con i suoi amici, ma è stata trovata cadavere 19 ore dopo aver dato l’allarme. Gli operatori del 112 l’avevano invitata a riagganciare per ‘tenere libera la linea’.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here