Affitti, non esiste l’obbligo di ritingere le pareti alla fine del contratto: lo dice la Cassazione

Affitti, non esiste l’obbligo di ritingere le pareti alla fine del contratto: lo dice la Cassazione


Si tratta di una questione che spesso crea contrasti al termine di una locazione: anche se questa non è scritta nel contratto, spesso viene ugualmente pretesa dal locatore. Che però, stabilisce la Cassazione, non ne ha alcun diritto. Infatti, quando il proprietario dell’immobile costringe l’inquilino a ritinteggiare le pareti della casa affittata, otterrebbe un vantaggio extra-canone, a cui la Corte ha detto stop.
Continua a leggere


Si tratta di una questione che spesso crea contrasti al termine di una locazione: anche se questa non è scritta nel contratto, spesso viene ugualmente pretesa dal locatore. Che però, stabilisce la Cassazione, non ne ha alcun diritto. Infatti, quando il proprietario dell’immobile costringe l’inquilino a ritinteggiare le pareti della casa affittata, otterrebbe un vantaggio extra-canone, a cui la Corte ha detto stop.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here