Esplosione Alessandria, non c’è “movente significativo”: “Chi l’ha fatto voleva uccidere”

Esplosione Alessandria, non c’è “movente significativo”: “Chi l’ha fatto voleva uccidere”


“Chi l’ha fatto, lo ha fatto per uccidere”, ha detto il procuratore di Alessandria Enrico Cieri facendo il punto sulle indagini relative all’esplosione di Quargnento che ha causato la morte di tre vigili del fuoco. “È chiaro che il gesto non si inquadra in ripicche di vicinato, ma è ben più grave”, ha aggiunto il magistrato affermando che al momento un movente significativo non c’è.
Continua a leggere


“Chi l’ha fatto, lo ha fatto per uccidere”, ha detto il procuratore di Alessandria Enrico Cieri facendo il punto sulle indagini relative all’esplosione di Quargnento che ha causato la morte di tre vigili del fuoco. “È chiaro che il gesto non si inquadra in ripicche di vicinato, ma è ben più grave”, ha aggiunto il magistrato affermando che al momento un movente significativo non c’è.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here