La storia del Ponte di Mostar: così è stata distrutta una città

La storia del Ponte di Mostar: così è stata distrutta una città


Esattamente quattro anni dopo la caduta del muro di Berlino, il 9 novembre 1993 veniva distrutto il ponte ottomano della città di Mostar. Un gioiello dell’architettura in piedi da quattro secoli, ma non solo: un simbolo di unione fra due parti della città abitate da etnie diverse. Lo Stari Most venne distrutto dalle truppe croate durante le guerre jugoslave: il Berliner Mauer era caduto anni prima, non si alzavano più barriere per evidenziare contrasti e divisioni, ma si demolivano i ponti. Che alla fine è un po’ la stessa cosa.
Continua a leggere


Esattamente quattro anni dopo la caduta del muro di Berlino, il 9 novembre 1993 veniva distrutto il ponte ottomano della città di Mostar. Un gioiello dell’architettura in piedi da quattro secoli, ma non solo: un simbolo di unione fra due parti della città abitate da etnie diverse. Lo Stari Most venne distrutto dalle truppe croate durante le guerre jugoslave: il Berliner Mauer era caduto anni prima, non si alzavano più barriere per evidenziare contrasti e divisioni, ma si demolivano i ponti. Che alla fine è un po’ la stessa cosa.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here