Ponte Morandi e rischio crollo, sensori fuori uso dal 2015: tranciati durante i lavori


Ponte Morandi e rischio crollo, sensori fuori uso dal 2015: tranciati durante i lavori


Il documento “di programmazione del rischio”, in cui nel 2014 venne scritto che il ponte Morandi di Genova era a “rischio crollo”, veniva compilato anche coi dati ricevuti dai sensori che Autostrade aveva montato anni prima ma che, hanno scoperto gli investigatori, dal 2015 non funzionavano perché tranciati da lavori sulla carreggiata. Ombre sul Ministero delle Infrastrutture, che potrebbe essere stato a conoscenza dei rischio relativi al viadotto. De Micheli: “Tutto questo è inaccettabile e incomprensibile”.
Continua a leggere


Il documento “di programmazione del rischio”, in cui nel 2014 venne scritto che il ponte Morandi di Genova era a “rischio crollo”, veniva compilato anche coi dati ricevuti dai sensori che Autostrade aveva montato anni prima ma che, hanno scoperto gli investigatori, dal 2015 non funzionavano perché tranciati da lavori sulla carreggiata. Ombre sul Ministero delle Infrastrutture, che potrebbe essere stato a conoscenza dei rischio relativi al viadotto. De Micheli: “Tutto questo è inaccettabile e incomprensibile”.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here