Simonetta Gaggioli avvelenata e chiusa in un sacco, figlio e nuora: “Non l’abbiamo uccisa”

Simonetta Gaggioli avvelenata e chiusa in un sacco, figlio e nuora: “Non l’abbiamo uccisa”


“La mia mamma era la mia mamma”. Così Filippo Andreani, il figlio di Simonetta Gaggioli, la 76enne trovata cadavere in un sacco lo scorso 3 agosto a Riotorto (Livorno). L’autopsia ha rivelato che Simonetta, mamma e nonna, è morta avvelenata probabilmente da una dose massiccia di un farmaco vasodilatatore. Figlio e nuora sono oggi accusati di omicidio e occultamento di cadavere.
Continua a leggere


“La mia mamma era la mia mamma”. Così Filippo Andreani, il figlio di Simonetta Gaggioli, la 76enne trovata cadavere in un sacco lo scorso 3 agosto a Riotorto (Livorno). L’autopsia ha rivelato che Simonetta, mamma e nonna, è morta avvelenata probabilmente da una dose massiccia di un farmaco vasodilatatore. Figlio e nuora sono oggi accusati di omicidio e occultamento di cadavere.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here