Autostrade, no all’aumento dei pedaggi sul 95 per cento della rete


Autostrade, no all’aumento dei pedaggi sul 95 per cento della rete


Gli incrementi delle tariffe autostradali previsti dal 1 gennaio 2020 sono stati bloccati sul 95% della rete.  A renderlo noto il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti spiegando che il balzello è stato disinnescato attraverso il decreto Milleproroghe. Maggiori introiti sono stati concessi a quattro società: Cav (Concessioni Autostradali Venete, +1,20%), Autovia Padana (+4,88%), Bre.Be.Mi. (+3,79%) e Pedemontana Lombarda (+0,80%).
Continua a leggere


Gli incrementi delle tariffe autostradali previsti dal 1 gennaio 2020 sono stati bloccati sul 95% della rete.  A renderlo noto il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti spiegando che il balzello è stato disinnescato attraverso il decreto Milleproroghe. Maggiori introiti sono stati concessi a quattro società: Cav (Concessioni Autostradali Venete, +1,20%), Autovia Padana (+4,88%), Bre.Be.Mi. (+3,79%) e Pedemontana Lombarda (+0,80%).
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here