Delitto di Garlasco, su DNA la procura dà ragione a Stasi


Delitto di Garlasco, su DNA la procura dà ragione a Stasi


L’aggiunto Fabio De Pasquale ha chiesto l’archiviazione dell’indagine aperta contro la difesa di Alberto Stasi per il DNA prelevato senza consenso da un bicchierino usato da Andrea Sempio, l’amico di Marco Poggi, entrato e uscito nelle indagini sul delitto di Garlasco nel 2016. Per la difesa di Stasi sarebbe suo il DNA sotto le unghie di Chiara Poggi, ma l’esame non è mai stato eseguito per la scarsità del campione prelevato sulla vittima.
Continua a leggere


L’aggiunto Fabio De Pasquale ha chiesto l’archiviazione dell’indagine aperta contro la difesa di Alberto Stasi per il DNA prelevato senza consenso da un bicchierino usato da Andrea Sempio, l’amico di Marco Poggi, entrato e uscito nelle indagini sul delitto di Garlasco nel 2016. Per la difesa di Stasi sarebbe suo il DNA sotto le unghie di Chiara Poggi, ma l’esame non è mai stato eseguito per la scarsità del campione prelevato sulla vittima.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here