La storia di Massimo, ex testimone di Geova gay: “Mi dicevano che ero sbagliato. Ora sono rinato”

La storia di Massimo, ex testimone di Geova gay: “Mi dicevano che ero sbagliato. Ora sono rinato”


Essere gay e allo stesso tempo fedele di una religione che proibisce l’omosessualità. Dover scegliere tra un credo e i propri desideri. È la storia di Massimo, testimone di Geova fin da bambino, che ha vissuto come una liberazione la sua espulsione da questo culto. “Vorrei dire ad un testimone di Geova con tendenze omosessuali – racconta a Fanpage.it – di non sentirsi oppresso, di trovare il coraggio di parlarne”.
Continua a leggere


Essere gay e allo stesso tempo fedele di una religione che proibisce l’omosessualità. Dover scegliere tra un credo e i propri desideri. È la storia di Massimo, testimone di Geova fin da bambino, che ha vissuto come una liberazione la sua espulsione da questo culto. “Vorrei dire ad un testimone di Geova con tendenze omosessuali – racconta a Fanpage.it – di non sentirsi oppresso, di trovare il coraggio di parlarne”.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here