Lettera del boss in 41 bis: “Giovani non fate come me: lavorate onestamente e lasciate i falsi miti”


Lettera del boss in 41 bis: “Giovani non fate come me: lavorate onestamente e lasciate i falsi miti”


“Non prendete esempio da persone come me che si sono rovinati la vita: abbandonate la droga e l’alcol e godetevi la vita lavorando onestamente e con dignità. Abbiate la forza di dare una svolta alla vostre vite e non date adito alle millanterie dei quartieri perché prive di fondamento e fine a se stesse”: queste le parole utilizzate dal boss ergastolano Sebastiano Lo Giudice in una lettera indirizzata ai giovani dei quartieri più a rischio di Catania.
Continua a leggere


“Non prendete esempio da persone come me che si sono rovinati la vita: abbandonate la droga e l’alcol e godetevi la vita lavorando onestamente e con dignità. Abbiate la forza di dare una svolta alla vostre vite e non date adito alle millanterie dei quartieri perché prive di fondamento e fine a se stesse”: queste le parole utilizzate dal boss ergastolano Sebastiano Lo Giudice in una lettera indirizzata ai giovani dei quartieri più a rischio di Catania.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here