Omicidio Scieri, non fu nonnismo, ma punizione: aveva usato il cellulare senza permesso


Omicidio Scieri, non fu nonnismo, ma punizione: aveva usato il cellulare senza permesso


Morto perché aveva parlato al cellulare senza permesso. FU una punizione sfuggita di mano. È quanto ricostruisce la la Procura militare di Roma sulla morte del 26enne paracadutista della ‘Folgore’ avvenuta 20 anni fa nella caserma Gamerra di Pisa. Già la commissione di inchiesta parlamentare Scieri aveva accertato che in caserma avvenivano ‘episodi di violenza non riconducibili a semplice goliardia’.
Continua a leggere


Morto perché aveva parlato al cellulare senza permesso. FU una punizione sfuggita di mano. È quanto ricostruisce la la Procura militare di Roma sulla morte del 26enne paracadutista della ‘Folgore’ avvenuta 20 anni fa nella caserma Gamerra di Pisa. Già la commissione di inchiesta parlamentare Scieri aveva accertato che in caserma avvenivano ‘episodi di violenza non riconducibili a semplice goliardia’.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here