Carabinieri corrotti a Napoli: cellulari e linee riservate per le ‘soffiate’ al clan


Carabinieri corrotti a Napoli: cellulari e linee riservate per le ‘soffiate’ al clan


Prosegue l’inchiesta sui presunti carabinieri corrotti: secondo un collaboratore di giustizia, lo scambio di informazioni segrete avveniva su cellulari riservati. Da uno dei militari, venivano fatte comunicazioni riservate verso un intermediario che, a sua volta, avvisava poi un uomo del clan Puca.
Continua a leggere


Prosegue l’inchiesta sui presunti carabinieri corrotti: secondo un collaboratore di giustizia, lo scambio di informazioni segrete avveniva su cellulari riservati. Da uno dei militari, venivano fatte comunicazioni riservate verso un intermediario che, a sua volta, avvisava poi un uomo del clan Puca.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here