Hakan Sukur, da centravanti della Turchia ad autista di Uber: “Erdogan mi ha tolto tutto”


Hakan Sukur, da centravanti della Turchia ad autista di Uber: “Erdogan mi ha tolto tutto”


L’ex calciatore dell’Inter si è un rifugiato in America dopo essere stato accusato di aver partecipato al fallito colpo di stato e, nonostante i suoi anni di carriera, è costretto a fare l’autista Uber e a vendere libri per vivere. Hakan Sukur faceva parte del partito di Erdogan ma dopo le accuse di vicinanza a Fetullah Gulen è diventato un nemico per il presidente turco, che si è preso tutto quello che aveva, la sua famiglia è stata molestata, e suo padre è stato imprigionato.
Continua a leggere


L’ex calciatore dell’Inter si è un rifugiato in America dopo essere stato accusato di aver partecipato al fallito colpo di stato e, nonostante i suoi anni di carriera, è costretto a fare l’autista Uber e a vendere libri per vivere. Hakan Sukur faceva parte del partito di Erdogan ma dopo le accuse di vicinanza a Fetullah Gulen è diventato un nemico per il presidente turco, che si è preso tutto quello che aveva, la sua famiglia è stata molestata, e suo padre è stato imprigionato.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here